Colesterolo alto, pioggia di soldi in arrivo dall’INPS

Valori alti del colesterolo possono aprire le porte su Bonus e agevolazioni. Scopriamo a quali condizioni e quale importo si riceverà.

Il colesterolo alto è una condizione da tenere sotto controllo perché può causare gravi problematiche di salute. I soggetti con patologie accertate possono ottenere fino a 500 euro di aiuti.

Bonus e agevolazioni per chi ha il colesterolo alto
Bonus e agevolazioni per chi ha il colesterolo alto (Eurocasa2000.it)

Più di 2,5 milioni di italiani hanno valori del colesterolo LDL oltre i normali livelli. L’ipercolesterolemia è una patologia dalle conseguenze potenzialmente pericolose. Può causare ictus e infarti tanto da invalidare il paziente. Chi è a rischio deve tenere sotto controllo i valori per evitare problemi di salute. Inizialmente non è facile capire che si è a rischio. La malattia è asintomatica nelle prime fasi della manifestazione.

Le cause sono varie, dalla predisposizione genetica ad uno stile di vita con abitudini sbagliati sia in termine di alimentazione che di sedentarietà. Da qui la difficoltà di una diagnosi precoce con le possibili conseguenze pericolose per la persona. Se dal colesterolo alto deriva una situazione di invalidità permanente allora è possibile chiedere agevolazioni e Bonus.

Quali aiuti può ricevere chi ha il colesterolo alto

Cardiopatia ischemica, arteriopatia periferica, ictus ischemico sono possibili conseguenze dell’accumulo di colesterolo LDL nei vasi arteriosi. Queste gravi patologie possono provocare un’invalidità nel paziente tale da ottenere l’esenzione ticket sanitario. Nello specifico, il beneficio sarà concesso in caso di riconoscimento di una malattia cronica come complicazione legata al colesterolo alto.

Colesterolo alto, i benefici da richiedere
Colesterolo alto, i benefici da richiedere (Eurocasa2000.it)

Parliamo di ipercolesterolemia familiare eterozigote tipo IIA e IIB, di ipercolesterolemia primitiva poligenica, ipercolesterolemia familiare combinata e ipercolesterolemia di tipo III. Chi soffre di una delle patologie citate potrà ottenere l’esenzione con codice 025 oppure RCG070 in caso di difetti congeniti del metabolismo delle lipoproteine.

In caso di invalidità dovuta a trombi, cardiopatia ischemica, arteriopatia, ictus ischemico come conseguenza del colesterolo alto, il paziente potrebbe ottenere l’assegno di invalidità civile più l’indennità di accompagnamento in caso di invalidità permanente con difficoltà di deambulazione. Spetterà ad una Commissione INPS riconoscere l’invalidità e assegnarvi un grado per poter conoscere le agevolazioni a cui si avrà diritto.

Per poter ricevere l’assegno mensile occorrerà avere un’invalidità superiore al 74% e per l’indennità di accompagnamento del 100%. Gli importi sono rispettivamente di 333,33 euro con limite reddituale di 5.725,46 euro e 531,76 euro senza limiti reddituali. Non dimentichiamo, poi, che la disabilità sopraggiunta per una patologia conseguente al colesterolo alto può dar diritto anche ai benefici della Legge 104, non sono economici ma assistenziali. Anche in questo caso sarà una Commissione incaricata a riconoscere la prestazione.

Impostazioni privacy