Bonus estate 2024, occhio alle importanti misure in arrivo da scoprire

L’estate si avvicina ed in arrivo vi sono anche diversi bonus e misure rilevanti da approfondire: i dettagli

Quando si parla di bonus e di misure, si fa riferimento ad un tema che, chiaramente, interessa da vicino i cittadini, nel rispetto dei requisiti e delle condizioni previste da rispettare. Ma quali sono i bonus che saranno disponibili per i cittadini?

Bonus estate
Occhio ai bonus e alle misure in arrivo con l’estate – eurocasa2000.it

Diversi infatti gli aspetti da approfondire in merito all’estate 2024 che vedrà arrivare anche diverse buone nuove peri cittadini. Si prevede infatti l’introduzione di alcune agevolazioni, come il bonus climatizzatori, la misura dedicata alle vacanze ed altro ancora.

Partendo dal bonus climatizzatori, in vista delle alte temperature che caratterizzano la stagione estiva, è importante aiutare le persone ad affrontare l’arrivo del calore. Il governo erogherà tale bonus che permetterà l’installazione, presso le proprie case, degli strumenti per raffrescare gli ambienti. Ad esser prevista è la detrazione delle spese affrontate tra il cinquanta ed il settanta per cento (nella dichiarazione dei redditi). Chi lo richiede dovrà allegare la prova dei pagamenti sostenuti per l’acquisto e l’installazione dei climatizzatori.

La misura riguarda i proprietari dell’immobile dove vi è l’installazione del dispositivo, agli usufruttuari, ai locatari e comodatari. Inoltre, anche ai familiari conviventi che pagano del tutto o in modo parziale l’acquisto e l’installazione del dispositivo.

Bonus in vista dell’estate 2024, occhio alle misure: lavoratori settore turistico e iscrizione campi estivi

Attenzione alta dunque sui bonus e sulle misure in arrivo, come nel caso di quel che riguarda i lavoratori del settore turistico, per cui si prevede la possibilità dell’ottenimento di una de-tassazione del quindici per cento delle retribuzioni lorde avete per lo svolgimento di attività lavorativa notturna e lavoro straordinario.

Coloro che svolgono la professione nelle strutture ricettive e di ristorazione avranno modo di usufruirne, a fronte del riconoscimento dai datori di lavoro dello svolgimento di prestazioni straordinarie. I soggetti interessati dovranno fornire necessariamente la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, mediante cui ad esser attestato sarà l’importo del reddito da lavoro dipendente ottenuto nell’anno prima. Dopodiché, il datore si occuperà di corrispondere al lavoratore le integrazioni maturate. Attraverso il modello F24 il lavoratore riceverà il recupero parziale.

Passando a coloro che iscriveranno i figli ai campi estivi, anche in tal caso occhio ad una importante misura, che si lega ai minore la cui età va dai tre ai quattordici anni.
L’accesso alla misura richiede che i genitori siano dipendenti oppure pensioni della PA con iscrizione alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, o pensiate iscritti alla GDP.

Della verifica dei requisiti si occuperà l’Istituto Nazionale della Previdenza Sciale, tramite le banche dati oppure gli enti convenzionati successivamente alla richiesta inoltrata. Sul portale INPS, nell’area riservata, sezione “Consulta richieste”, sarà possibile verificare l’accoglimento o meno della richiesta.

In caso negativo, potrebbe rendersi necessario l’inserimento di altre info. Nel momento in cui il soggetto non fosse presente nelle banche dati, occorrerà iscriversi tramite il servizio “Accesso ai servizi di welfare”. È di trenta giorni il termine per la definizioni del provvedimento. Chi vincerà il bando dotterà un contributo per la copertura complessiva oppure parziale del costo affrontato per iscrivere i propri figli al centro estivo.

Ad esser coperto dall’importo è lo svolgimento di attività ludico – ricreative e sportive, così come eventualmente il fitto, le gite, l’attività che il programma prevede e le coperture assicurative. I centri estivi devono soddisfare dei requisiti di tipo strutturale, oltre a rispettare le norme igienico – sanitarie. Occorre infatti la presenza di servizi igienici attrezzati e accessibili, e non solo. Bisogna vi siano anche locali al coperto, aree verdi e presidio di pronto soccorso. Questi, alcuni dettagli in generale sul tema. È bene ad ogni modo approfondire presso esperti del campo per saperne di più e chiarire i propri dubbi.

Impostazioni privacy